Pizzerie & Associati

I Pizzaioli

Marco Quintili

Marco Quintili nasce a Santa Maria Capua Vetere, ma è di Pignataro Maggiore, un piccolo paese della provincia di Caserta. Fin da piccolo mostra un vivo interesse per l'arte bianca della pizza cimentandosi in questo mondo sin dall’età adolescenziale. Dopo i primi anni di gavetta capisce che il futuro della pizza è nello studio e la sperimentazione, per questo motivo frequenta molti corsi internazionali e studia da autodidatta cimentandosi in innumerevoli prove per dar vita a vari tipi di impasto le cui peculiarità sono gusto, leggerezza e digeribilità. La sua abnegazione verso lo studio dell’impasto della pizza gli ha permesso di diventare un punto di riferimento in Italia e nel mondo per quanto riguarda le tecniche più avanzate, che lo stesso Marco insegna nelle varie scuole dove tiene dei workshop che fanno sempre registrare il tutto esaurito. L'apice del successo lo raggiunge, oltre che con l’insegnamento, anche con l’apertura della Pizzeria iQuintili, contribuendo a riqualificare un quartiere difficile come quello di Tor Bella Monaca a Roma. La sua pizzeria offre oltre 180 coperti e ogni sera, dal lunedì alla domenica, gestisce un doppio turno per i suoi clienti. Il successo della Pizzeria IQuintili è rapido e travolgente: sul web arrivano le prime recensioni entusiastiche e arriva anche il prestigioso premio come Miglior Pizzeria Emergente del Lazio 2019 secondo La Repubblica. Oggi la Pizzeria IQuintili è all’interno proprio delle guide de La Repubblica e del Gambero a Rosso, oltre ad essere riconosciuta dagli operatori del settore come una delle migliori sul panorama italiano. Nel mese di maggio del 2019 vince la prima edizione de “Il Boss delle Pizze”, programma televisivo in onda su Alice TV sconfiggendo la concorrenza di alcuni dei pizzaioli più bravi d’Italia. La vittoria gli ha permesso di ottenere un notevole riscontro mediatico sia tra gli addetti ai lavori che tra gli amanti della buona pizza, contribuendo così ad aumentare ancor di più la celebrità personale e della Pizzeria iQuintili che si appresta ad aprire un secondo punto vendita più centrale nella zona di Furio Camillo. I successi non terminano qui, anzi al contrario continuano a nascere interessanti collaborazioni e Marco diventa testimonial di importanti aziende del settore, veri e propri riconoscimenti professionali alla carriera che lo rendono un volto ormai riconoscibile anche al di fuori del mondo della pizza. Il suo impasto prende il largo e Marco tiene lezioni anche in paesi come Russia, Corea del Sud e Giappone. Marco Quintili è un vulcano di idee come dimostra il suo menu in cui i clienti possono trovare degli abbinamenti impensabili, ma proprio per questo assolutamente unici ed irresistibili anche grazie alle materie prime di altissima qualità.

Gennaro Primicerio

Gennaro Primicerio dopo aver lavorato nella pizzeria dei genitori e aver vissuto all’estero esperienza all'estero è tornato in Italia investendo prima in un ristorante, poi successivamente In un Liberia d’asporto. Ora finalmente dopo oltre 10 anni di specializzazione ha una pizzeria tutta sua, la Pizzeria Primicerio in Via Consolare Campana 227 a Villaricca con 100 posti all’interno e 70 all’esterno d’estate. È specializzato in diverse pizze gourmet, che sfruttando una lunga lievitazione sono molto apprezzate per la loro alta digeribilità. Gennaro Primicerio è anche docente presso il prestigioso centro di formazione CFS Centro Servizi e formazione Tecnica del Molinomagri1929. La pizza è per lui una questione di famiglia, dato che con lui in pizzeria si sta anche appassionando il figlio più grande di 16 anni che vuole ereditare la passione del papà.

Daniele Mignano
Armando Califano

Armando Califano è nato a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, nel 1976. Non è figlio d'arte, eppure è convinto che qualche suo antenato, magari lontanissimo, sia stato un pizzaiolo data la passione che ha da sempre dimostrato per quest'arte. Ha cominciato a fare il pizzaiolo ad 8 anni nel panificio sotto casa in cui passava tutto il suo tempo libero. Ben presto si innamorò del mestiere e di tutto quello che girava intorno agli impasti: le consistenze, i sapori, gli odori. Da allora ne è passato di tempo ed è riuscito anche a vincere il campionato Toscano di Pizza nel 2014, ma nonostante il suo sperimentare la sua pizza resta ancorata alla tradizione napoletana. Un impasto semplice ben idratato, una lunga lievitazione in modo da ottenere una pizza gustosissima sebbene condita con semplicità. La passione di pizzaiolo lo ha travolto e lo ha spinto ad abbandonare presto gli studi prendendo solo la terza media, una scelta di cui non si pente e che è stata ripagata dal suo lavoro con la pizza. Non ha ancora la sua pizzeria, ma lavora come responsabile pizzaiolo alla Nadrid di Pomigliano D'Arco. Variando impasti tra diretto e indiretto e usando vario tipo di farine farine, ma mantenendo sempre gli ingredienti di primissima qualità, prova a trovare sempre nuove strade per deliziare i suoi clienti avendo come mission lo stupirli sempre.

Vincenzo Luongo

Vincenzo Luongo è un maestro pizzaiolo napoletano classe ’67. La sua passione per l’arte della pizza risale a quando da bambino dopo la scuola lavorava come garzone nella pizzeria Don Camillo. Ha fatto tutta la gavetta, dalla raccolta della legna fino alle consegne a domicilio in bici realizzando poi il sogno di infornare la sua prima pizza. Dopo varie esperienze in delle pizzerie la svolta arriva con la collaborazione con Mario Pellone, che lo ha trasformato a soli 17 anni in un buon pizzaiolo insegnandogli i segreti della vera pizza napoletana. Fu proprio lì che venne notato e gli venne affidata da due imprenditori locali la gestione della sua prima, piccola, pizzeria. Dopo aver vinto la sfida trasformando quel locale in un luogo meraviglioso ha deciso di provare la svolta aprendosi un posto tutto suo. Il suo ristorante, come lo definisce lo stesso Vincenzo, è un luogo dove poter comunicare a tutti, non solo la passione per la cucina e l’arte della pizza, ma anche che la vita è una e che non dobbiamo mai rinunciare a concederci dei piaceri, per questo l'ha chiamata Carpe Diem e oggi è una delle più apprezzate in Italia.

Antonio Chiarolanza

Antonio Chiarolanza, classe 1991, vive a Villa Literno in provincia di Caserta . All’età di 14 anni entrò a far parte del mondo della ristorazione e grazie alla sua abilità di apprendimento è riuscito a imparare in modo agevole diverse tecniche di cucina, comprese anche doti di leadership e coordinamento dello staff. A soli 16 anni era già responsabile del reparto Pizza del ristorante e proprio in questo momento è sbocciato l'amore. Questa grande Antonio non ha mai lasciato quel ristorante, Il Veliero (Ristorante-Pizzeria),Via C.so Umberto I , 950 che si trova a Casal di Principe (CE) proprietà dei suoi zii. Il suo amore per la pizza lo porta ad aggiornarsi costantemente e proprio grazie a questa sua sete di conoscenza entra in contatto con il maestro Marco Quintili e ad un corso conosce anche Gennaro Primicerio e Daniele Mignano. Durante il loro corso resta affascinato dalle loro tecniche migliorando molto le sue qualità di pizzaiolo, riuscendo ad apprendere nuove tecniche, aggiornandosi e arrivando a realizzare un impasto veramente gustoso e con elevata digeribilità. Incoraggiato dalla sua clientela decide di iscriversi al torneo di Pizza Days a Roma riuscendo a classificarsi al secondo posto alla categoria Napoletana Style. Attualmente è parte integrante della scuola Tecnicamente Pizza nel mondo ed è un collaboratore e testimonial del prestigioso brand MolinoMagri.

Vincenzo Passaro

Vincenzo Passaro, classe 1981, vive a Quarto, provincia di Napoli e ha iniziato a lavorare in Pizzeria a 14 anni prima come garzone, poi diventando spalla del pizzaiolo Vincenzo Luongo a soli 16 anni. Dopo la gavetta a soli 20 anni ha apre la prima pizzeria in società mettendo in pratica ciò che aveva appreso negli anni di apprendistato. Dopo aver lasciato la società apre una nuova attività take away nel 2012 e che oggi è una realtà in forte espansione. Nel 2016 l’incontro con Marco Quintili gli permette di apprendere nuove tecniche permettendogli di perfezionare le sue pizze e raddoppiare la sua clientela ottenendo un grande successo. Al momento collabora con l’Associazione Tecnicamente Pizza nel mondo. Ha partecipato a diversi campionati tra cui il Trofeo Caputo, Campionato Mondiale, Pizza Doc, che ha vinto nella categoria calzone ripieno napoletano. Ha vinto anche il primo PizzaDay's a Roma nella categoria pizza napoletana. Ha partecipato a Il Boss delle pizze su alice tv e fa parte del Team del MolinoMagri. Attualmente la sua pizzeria è Le Garçon Metropizza sita a Quarto.

Antonio Zagarella

Antonio zagarella classe 1974 diplomato all'istituto alberghiero figlio di un noto chef campano inizia ad appassionarsi al mondo pizza nel 2003 lavorando al fianco di pizzaioli napoletani. Nel 2018 conosce Gennaro Primicerio che con i suoi consigli lo porta a conoscere nuove tecniche di impasto trasformando totalmente la sua tipologia di pizza. Vive a Castel Volturno in provincia di Caserta dove gestisce la sua pizzeria Da Attilio

Mario Guardascione
Dante Amarante

Dante Amarante è il titolare di Sapureat, una delle pizzerie più amate della zona di Napoli che si trova a Frattamaggiore. Dante fa il pizzaiolo da più di 20 anni, un mestiere tramandatogli sin da quando era un guaglione dal padre Giovanni che aprì la sua prima pizzeria negli anni '60. Pioniere con il suo carrettino di frittelle e panzerotti di quello che oggi chiamiamo strett food grazie all'attività a contatto con la gente è riuscito a cogliere l'essenza vera dell'autenticità. Dante non si è mai adagiato sulla tradizione, partecipando con frequenza a corsi di aggiornamento apprendendo così tecniche che gli hanno permesso di arricchire la sua tecnica. Da Sapureat si respira il profumo degli oltre 60 anni di passione, esperienza, sapere culinario che vengono tramutati in pietanze dal sapore antico e lo sguardo prioiettato verso il futuro. Tutti i prodotti utilizzati sono freschi e di primissima qualità, basti pensare che nel locale non ci sono presenti né congelatori né abbattitori. La gestione familiare grazie al supporto e all'amore della moglie Anna, congiuntamente ad uno staff giovane rendono questo posto una casa accogliente per tutti i clienti.

Mario Guardascione

Mario Guardascione, classe 1983, vive a Quarto. Ha iniziato all'età di quattordici anni, dividendosi tra gli studi e la sua passione. Inizia un lungo periodo di gavetta, grazie al quale Mario si specializza nella realizzazione di pizze a metro. Il percorso si conclude nel 2012, quando realizza il suo sogno: aprire una pizzeria tutta sua. La Pizzeria Peperoncino, situata in Via Campana Quarto, nasce inizialmente come pizzeria take-away, ma grazie all'impegno e alla dedizione di Mario, nel 2018 la pizzeria si amplia, dando vita ad una piccola sala interna con veranda esterna che può ospitare fino a settanta persone. Alla sua Pizzeria Peperoncino è possibile gustare una pizza con impasto a lunga lievitazione ed alta digeribilità.

Emanuele Mazzola

Sono nato alla fine degli anni ’80 e ho iniziato a sporcarmi le mani di acqua e farina a dieci anni, così, per scherzo, giusto per impiegare il mio tempo dopo la scuola. Ero così piccolo che dietro il bancone nemmeno mi si vedeva! Ma pomeriggio dopo pomeriggio stavo crescendo, ed insieme a me cresceva la voglia di imparare veramente quest’arte. Dopo due, tre anni, ho iniziato a prenderlo sul serio questo mestiere. Volevo imparare a fare tutto: servire ai tavoli, infornare le pizzette da asporto, preparare la materia prima, ma anche lavare piatti e pentole, com’è giusto che sia. Ma nel frattempo i miei occhi erano rivolti alle mani dei grandi maestri che mi hanno trasmesso l’amore per la pizza: amavo sbirciare i loro segreti e le loro accortezze per ottenere un prodotto unico, che avesse qualcosa di veramente speciale. Dopo tantissima e sudata gavetta sono arrivato qui. In un caldo giorno di luglio duemilatredici nasce “Facimmece ‘Na Pizza”, una pizzeria tutta mia, dove poter sperimentare e creare un ambiente che potesse somigliare a me stesso.Questo nome per me è una sintesi della voglia di fare che da sempre ho sentito dentro di me, un inno alla vita, all’azione, allo stare bene insieme. L’amore per questo mestiere aumenta ogni giorno a dismisura, e il motivo lo potete vedere sui volti delle persone che vi sono attorno, in pizzeria, in questo momento: la gioia, l’emozione di condividere un pasto così buono e genuino, con calma, seduti a tavola con chi ami.

Florindo Franco

Fin da piccolo sono cresciuto nell'ambiente della ristorazione, proprio per questo motivo nel corso della mia carriera ho ricoperto ruoli diversi. Quello che mi ha sempre affascinato però è stato il mestiere del pizzaiolo e ho iniziato questa bellissima avventura subito dopo la fine della scuola dell'obbligo con mio fratello. Ho sempre lavorato e studiato per accrescere il mio bagaglio culturale sul mondo pizza imparando nuove tecniche sulla panificazione grazie alla scuola tecnicamente pizza. Nel 2016 ho partecipato sul lungomare di Napoli al trofeo Caputo, uno dei più importanti a livello mondiale. Dopo tanti sacrifici e tanta voglia di fare, sono riuscito a realizzare un sogno che sembrava impossibile: il 10 maggio del 2017 nasce Lievito Madre, la mia pizzeria sul lungomare di Crotone. Ora a tre anni di distanza c'è gente che viene da tutta la provincia ed oltre per assaggiare le nostre proposte e tanti media hanno scritto di noi. Dopo aver studiato tanto ora sono un tecnico associato alla Tecnicamente Pizza nel Mondo grazie alla quale collaboro con brand prestigiosi come MolinoMagri e la Torrente.

Pasquale Piscopo

Mi chiamo Pasquale Piscopo, sono nato nel 1989 e da due anni sono titolare della pizzeria “Carpe Diem” situata in via Oasi Sacro Cuore, 113 a Giugliano. La mia carriera da pizzaiolo è iniziata da quando avevo appena dieci anni. Dall’infanzia fino all’adolescenza ho vissuto a Scampia con mia madre e mio fratello più piccolo, Fedele ed anche lui è diventato un pizzaiolo.
Ero un bambino molto spericolato, pertanto dopo essere tornato da scuola, mia mamma, per non farmi restare da solo a combinare guai, mi portava con sé nella pizzeria di mio zio dove lavorava allora. Da allora iniziai ad appassionarmi sempre di più al mondo della pizza: vedevo gli altri maneggiare gli impasti e gli ingredienti con maestria e sognavo anch’io di essere su quei banchi un giorno. Dopo aver preso la licenza media, potei finalmente dedicarmi completamente alla mia passione più grande. Così, durante l’adolescenza, iniziai a lavorare come fornaio e apprendista pizzaiolo nella Carpe Diem di Pianura: cominciai con l’imparare a tenere in ordine e ben pulita la postazione, a conservare bene gli ingredienti e a comprendere, di conseguenza, se questi ultimi fossero buoni o deperiti. Mio zio, il titolare di quest’ultima pizzeria, e suo cognato, decisero di acquistare un altro locale sito a Soccavo, e decisero di chiamarlo sempre Carpe Diem creando così un franchising a gestione familiare. Mi fecero andare lì per specializzarmi e da apprendista pizzaiolo divenni il responsabile del locale: mi occupavo di ogni aspetto, dalla fornitura fino al controllo della frittura.
Volevo dopo essermi specializzato aprire un posto tutto mio e dopo tanti anni di “gavetta”, due anni, sono finalmente riuscito a realizzare questo mio secondo sogno. Chiesi a mio zio di poter chiamare la pizzeria "Carpe Diem", a patto che quest'ultima fosse sempre sinonimo di garanzia e qualità. Quasi un anno fa, a Ottobre 2019, divenni co-titolare insieme a mio zio, titolare della Carpe Diem di Pianura, di un’altra pizzeria, sempre Carpe Diem, situatasi sempre a Giugliano in via Oasi Sacro Cuore, 37.

Daniele Maresca

Sono Daniele Maresca, napoletano doc dal 1973. Ho iniziato tardi ad appassionarmi all'arte della pizza, avevo infatti 23 anni e avevo conseguito il Diploma al Conservatorio. Stanco degli studi volevo realizzarmi facendo le valige e partire per esperienza cercando fortuna. In quel momento cambiò la mia vita perché mi recai con gli amici al locale Il Punto Nave per una festa di addio e il proprietario mi disse che se proprio dovevo partire tanto valeva farlo acquisendo un mestiere, ovvero il pizzaiolo. A quel punto andai in cucina, misi le mie mani nell'impasto e fu amore a prima vista. Successivamente ho continuato la mia formazione con il maestro Vincenzo Luongo, proprietario della Carpe Diem. Sono riuscito col tempo ad aprire due locali a Quarto di Napoli, ma come tutte le cose belle dopo un po'per noncuranza e mancanza di maturità decisi di abbandonare tutto e partire per quel viaggio che avevo sognato a 23 anni. Ora vivo felicemente in Svizzera dove sono lo CHEF EXECUTIVE della famosa pizzeria DA CARLO a Losanna

Luigi Tesoro

Luigi Tesoro un Puteolano emigrato a Vienna oramai da un ventennio, alla ricerca di nuovi stimoli e nuova vita, sin dall’infanzia esprimeva tutta la sua passione per la farina. Aveva gli occhi colmi di meraviglia quando ha iniziato davanti a quelle nuvole bianche ed eteree che, calate nell’impastatrice (una “pentola magica” agli occhi di un bambino), divenivano un qualcosa di morbido e buonissimo. E così, sviluppando sempre di più le proprie tecniche di lavorazione, già all’età di 22 anni era titolare di una pizzetteria/cornetteria in quel di Pozzuoli che, in pochi mesi, divenne punto di riferimento della movida giovanile. Raggiunse la popolarità sui media con la realizzazione del cornetto più grande del mondo nel 1994. Ma la farina oramai era diventata una parte del suo animo e così, spinto da curiosità ed intraprendenza, raffinava la sua arte sia a Napoli che in terra austriaca, divenendo un famosissimo punto di riferimento per i Viennesi (e non solo), grazie alla leggerezza, alla fantasia ed alla bontà delle sue fantastiche pizze. Numerosissimi sono gli articoli che i giornali specializzati e non gli hanno dedicato. Così come diverse trasmissioni televisive viennesi hanno visto Luigi protagonista e testimonial della vera “Neapolitanische Pizza“. Dopo aver conseguito l’attestato di Maestro Pizzaiolo, ancora oggi dedica parte del suo tempo all’insegnamento di questa antichissima arte a quanti lo richiedono, riscuotendo successo e rispetto dovunque si esibisca o lavori.

Enzo De Paolis

Serietà, ambizione e passione condite a volte da un pizzico di fortuna (che mai nella vita deve mancare) e il gioco è fatto; un sogno difficile da realizzare ma mai ritenuto irraggiungibile: diventare un pizzaiuolo di successo. Il giovanissimo Enzo De Paolis dopo una lunga e proficua esperienza al fianco di Valentino Libro e del suo celebre e innovativo locale "Libro's", oggi si dice pronto ad importanti cambiamenti e a nuovi e ambiziosi progetti personali. Nato a Napoli il 1 Dicembre 1988, fin da piccolo è affascinato dal prestigioso mondo della ristorazione. "La prima vera e importante occasione mi si presentò nel 2009 quando mi venne proposto di fare il pizzaiolo in un locale prossimo all'apertura a Milano (città in cui mi ero voluto trasferire subito dopo la maturità); Ho trascorso lì cinque anni bellissimi e ricchi di grandi soddisfazioni". Enzo però, consapevole della sua crescita professionale e desideroso di migliorarsi e perfezionarsi costantemente, decide di raccogliere un'altra impegnativa sfida: tornare nella sua Napoli e sperare di raccogliere i frutti dei suoi tanti sacrifici lavorativi... Frutti che non tardano arrivare visti i numerosi successi personali e professionali che contraddistinguono costantemente il suo "universo" lavorativo.

Vincenzo Lettieri

Sono Lettieri Vincenzo nato a Singen in Germania il 9/11/74. Nel 1997 mio padre aprì una Pizzeria nel paese in cui vivo, ma ci trovavamo male a gestire dei pizzaioli così ho deciso di mettermi davanti al forno in prima persona. Così dal nulla è iniziata la mia carriera, ma soprattutto la storia d'amore con la pizza. Ho iniziato a studiare e sperimentare la materia ed oggi sono felice di gestire la mia pizzeria insieme a mia moglie. Grazie a questo lavoro ho conosciuto persone fantastiche e grandi professionisti come i maestri Marco Quintili e Gennaro Primicerio.

Le Pizzerie

Carpe Diem Ristorante & Pizzeria | Via Montagna Spaccata, 427 (173,78 km) 80126 Napoli
Pizzeria IQuintili | Via San Biagio Platani 320 (5,25 km) 00133 Roma
Pizzeria Primicerio | Via consolare Campana 227 (168,17 km) 80010 Villaricca
Le Garçon Metropizza | Via Marmolito 140/C (168,64 km) 80010 Quarto
Il Veliero Ristorante Pizzeria | c/so Umberto 1° n 950 81033 Casal di Principe
Nadrid Pizza y Tapas | Via mauro Leone 110 - Pomigliano D'Arco 80038 Pomigliano d'Arco
via Cristoforo Colombo, 24 (502,35 km) 88900 Crotone
Via Oasi Sacro Cuore 113, Giugliano in Campania